mercoledì 16 aprile 2014

DIAMOND LEAGUE: TROST TRA LE STELLE DEL PREFONTAINE CLASSC DI EUGENE



IAAF Diamond League (IAAF)Ci sarà anche Alessia Trost, settimana scorsa scelta dalla IAAF come Ambasciatrice dell'atletica per un mondo migliore,  tra le stelle della gara di salto in alto del Prefontaine Classic di Eugene, terza tappa della IAAF Diamond League in programma il prossimo 31 Maggio a Hayward Field. In gara ci saranno tutte le vincitrici delle principali manifestazioni internazionali (Olimpiadi, Mondiali e Europei) degli ultimi tre anni.
di Diego Sampaolo 
 

martedì 15 aprile 2014

LE PAGELLE DELLA LONDON MARATHON

di Alberto Stretti

10e lode -
Al pubblico londinese che abbiamo visto capace di posizionarsi sul TowerBridge un'ora e mezza prima del passagio dei primi atleti...spettatori in prima fila dello show che solo la grande corsa su strada sa creare.

10
Alla città e alla atmosfera e alle emozioni che solo una grande gara come la London Marathon sa produrre. Una metropoli come Londra completamente ferma per 12 ore con chiusura totale delle arterie di traffico principali in centro come il lungo Tamigi. Allo scoccare delle 6h20 di gara era normale trovare ancora il servizio d'ordine che impediva accesso ai tunnel della metro suggerendo percorsi alternativi per fare defluire meglio la gente quantificabile in decine di migliaia.

SALONICCO MARATHON: UN GRANDE EVENTO SPORTIVO IN GRECIA

Il keniota Victor Kimeli e la greca Magda Gazea hanno vinto la 9a maratona internazionale di ‘‘Alessandro il Grande’. Ma vincitori sono stati anche i 14.800 corridori che hanno partecipato alla maratona, ai 10 km e alla 5 km così come la  ‘Race 1000’ per la Scuola Primaria Studenti.

Salonicco si è rivelata degna delle grandi aspettative, il più grande evento sportivo nel nord della Grecia. Un totale di 14.800 corridori, di età compresa tra 9 e gli 85 anni hanno inondato le strade di Salonicco e la Macedonia, hanno vissuto un'esperienza unica inviando un messaggio di fitness e salute. Un evento anche sociale, culturale, di carattere ambientale, turistico e storico. Un evento che dal 2006 unisce Pella, località di partenza,  con Salonicco e mostra in tutto il mondo il nome di Alessandro Magno.

domenica 13 aprile 2014

KIPCHOGE 2h05'00" A ROTTERDAM - FELEKE 2h05'41" A VIENNA


Eliud Kipchoge ha vinto la sua seconda maratona in 2h05’00” in occasione della ABN AMRO Marathon di Rotterdam alla sua terza apparizione sulla distanza dopo una straordinaria carriera in pista impreziosita dal titolo mondiale dei 5000 metri a Parigi 2003 davanti a Hicham El Guerrouj e Kenenisa Bekele e da due medaglie olimpiche su questa distanza (bronzo a Atene 2004 e argento a Pechino 2008).
di Diego Sampaolo

KIPSANG E KIPLAGAT TRIONFANO ALLA LONDON VIRGIN MARATHON




Wilson Kipsang (foto Giancarlo Colombo)
Wilson Kipsang
vince a Londra
(Fonte Colombo/Fidal)
Il primatista del mondo della maratona Wilson Kipsang e la due volte campionessa del mondo Edna Kiplagat hanno conquistato il successo alla London Virgin Marathon in una splendida giornata di sole. Kipsang ha tenuto fede ai pronostici conquistando il suo secondo successo nella capitale britannica battendo il record del percorso con 2h04’29”.
di Diego Sampaolo
 

MARCIA A PODEBRADY: SUCCESSO DI NOEMI STELLA - QUATTRO VITTORIE ITALIANE





Noemi Stella (foto Colombo/FIDAL)
Noemi Stella
(Fonte Colombo/Fidal)
Buone soddisfazioni per la marcia italiana nell’Incontro Internazionale di Podebrady in Repubblica Ceca, valido come ottava prova del Challenge IAAF di marcia. Il miglior risultato in chiave italiana è arrivato dalla diciassettenne Noemi Stella, medaglia di bronzo ai Mondiali allievi di Donetzk, che ha conquistato il successo nella gara juniores di 10 km in 47’11” che ha migliorato di 54 secondi il suo record personale e ha avvicinato di 29 secondi la migliore prestazione italiana juniores detenuta dalla campionessa olimpica giovanile Anna Clemente che percorse la distanza in 46’42”. Eleonora Dominici si è classificata terza con il personale di 49’12” alle spalle della lituana Zivile Valciukeviciute che ha fermato il cronometro in 48’40”.
di Diego Sampaolo